13 Aprile – La Presidente Santelli ha emanato una nuova ordinanza per il contenimento dell’epidemia da Coronavirus, le misure sono valide fino al 3 Maggio, vediamo cosa dice in sintesi.

  • È vietato uscire da casa se non per comprovate esigenze, ovvero, si può andare a fare la spesa, a lavorare (ove consentito), dal medico, in farmacia, uscire con il cane ecc..; non si può uscire per passeggiare, fare sport o simili.
  • È vietato uscire dal Comune se non per inderogabili esigenze: ovvero, mancanza di prodotti alimentari, igienico/sanitari o altri beni di prima necessità nel proprio Comune oppure sede di lavoro fuori dal Comune.
  • È possibile spostarsi per prestare assistenza “ai sensi della Legge n.104/92 e s.m.i.”
  • È vietato spostarsi andare a vivere nelle seconde case.
  • È obbligatorio comunicare il rientro nella Regione da altre regioni o dall’estero se esso è avvenuto per motivi consentiti (lavoro o salute), la comunicazione va fatta sul sito emergenzacovid.regione.calabria.it oppure rivolgendosi al proprio medico curante.
  • Se si entra in territorio regionale senza un valido motivo, è obbligatorio comunicare l’avvenuto accesso e stare in quarantena per 14 giorni, previa comunicazione come al punto precedente.
  • Sono sospese, fino al 26 Aprile, tutte le attività ambulatoriali (visite mediche, esami, ecc) sia pubbliche che private tranne quelle che hanno carattere di urgenza, “nonché quelle di dialisi, di radioterapia e quelle oncologiche-chemioterapiche, le prestazioni relative alla gravidanza a rischio e/o a termine ed i follow up non differibili”.
  • Sono consentite “le prestazioni di ricovero per riabilitazione ospedaliera ed extraospedaliera acuta, post acuta ed estensiva”
  • Per qualsiasi spostamento è obbligatorio l’utilizzo delle mascherine o, in mancanza di esse, dell’utilizzo di un qualsiasi indumento che copra naso e bocca.

Per leggere l’ordinanza sul sito della Regione Calabria clicca qui