Le Associazioni Culturali Roubiklon e Geppo Tedeschi, presiedute da Rocco Polistena e Maria Frisina, istituiscono il Premio Letterario “Saverio Italiano”, nel ricordo del compianto docente ed intellettuale deliese, scomparso il 21 giugno dello scorso anno. 

Nel riconoscimento del considerevole lascito culturale che Saverio Italiano ha elargito alla Calabria, terra che ha alimento in lui la confessione di storico, di scrittore e di poet, le Associazioni intendono premiare le opere di matrice demo-etno-antropologica contemporanee prodotte da autori calabresi.

Le Associazioni, per l’assegnando Premio, si avvarranno di pareri consultivi di personalità dell’ambito culturale.  

Il Premio verrà conferito in un’apposita cerimonia il 22 Agosto (laddove le condizioni pandemiche lo consentano e nel rispetto dei protocolli governativi delle misure di contrasto Covid-19). 

📲 Ricevi gli articoli di kalanea direttamente sul tuo dispositivo: ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM

I protagonisti

Gli organizzatori presentano ufficialmente il palmarès dell’edizione con le Opere ripartite nelle due sezioni di pertinenza:

Narrativa

Comandè Palma, La Padrina, Rubbettino 2021
Gangemi Mimmo, Il popolo di mezzo, Piemme 2021
Leonetti Vinicio, Eroine, Città del Sole 2020
Nicotra Costa Delia, Il segreto del principe di Maletto, Laruffa 2020 Nirta Franco, Vicende di gente d’onore e altri racconti, Rubbettino 2020

Saggistica

Ciconte Enzo, Alle origini della nuova ‘ndrangheta. Il 1980, Rubbettino 2020
Corigliano Gregorio, Nero di seppia . Dai taccuini di un giornalista seduto in riva al mare, Pellegrini 2019 Gioffrè Santo, Ho visto. La grande truffa della sanità calabrese, Castelvecchi 2020
Ippolito Armino Pino, Storia della Calabria partigiana, Pellegrini 2020
Mollo Fabrizio, Guida archeologica della Calabria antica, Rubbettino 2018
Nunnari Mimmo, Elogio della Bassitalia, con qualche invettiva contro il razzismo del Nord, Rubbettino 2020 Solferino Gianfrancesco, 20 borghi da non perdere in Calabria, Rubbettino 2020

Breve biografia dell’autore

Saverio Italiano, nato a Delianuova il 7 gennaio 1945, laureato in Lingue e Letterature straniere presso l’Università degli Studi di Messina, si è dedicato all’insegnamento nelle scuole medie inferiori divenendo un valido precursore dei tempi nell’applicazione didattica: a lui si deve la prima opera di orizzonte dei Nuovi Programmi nella scuola elementare. 

Autore prolifico, i suoi contributi figurano in riviste e giornali.

Ha dato alle stampe le sillogi poetiche “Gocce di rugiada” (1990) e “Attimi fuggenti” (1993), ricevendo innumerevoli premi letterari

Il critico letterario Guido Miano, nell’antologia “Poeti Italiani scelti di Livello Europeo” (2012), ha definito la sua produzione frutto di una “sensibilità poetica per eccellenza”, rinvenendo concordanze tematiche con il poeta internazionale Fayad Jamis.

Il critico Enzo Concardi si è occupato del suo profilo letterario in “Contributi per la Storia della Letteratura italiana (2009). 

L’ attività prediletta di Saverio Italiano è stata la ricerca etno-antropologica, dalla quale sono apparsi innumerevoli contributi, tra cui il volume “E tempi i na vota … cu’ – Sprazzi di vita condivisa e vissuta” (2016).

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti